mappe per quartiere: Borgo San Paolo2018-09-12T12:42:07+02:00

MAPPE PER QUARTIERE

BORGO SAN PAOLO

Cliccando sopra alcune delle principali parole-chiave è possibile attivare dei link a pagine web di approfondimento.

Divertitevi a trovare le parole ‘sensibili’!

Composizione del campione

Il questionario è stato somministrato a 19 abitanti del quartiere Borgo San Paolo così suddivisi:

10 femmine, 9 maschi nelle seguenti fasce d’età: 4 (< 25 anni), 7 (26-50 anni), 6 (51-75 anni), 2 (>76 anni)

 

Dai questionari sottoposti agli abitanti del quartiere Borgo San Paolo della città di Torino è emerso quanto segue:

  • Il quartiere ha un suo centro localizzato tra la parte pedonale di via di Nanni e la piazza Sabotino: qui
    sono presenti diversi attrattori del quartiere, ma si rileva un certo degrado, non solo fisico ma anche
    sociale. Inoltre, il generale problema relativo allo SCARSO RISPETTO DELLE REGOLE e in particolare quelle
    relativa alla mobilità e ai parcheggi, si manifesta anche lungo l’asse pedonale di via di Nanni;
  • L’attività economica più evidenziata è costituita dai MERCATI, sia quello più importante di corso
    Racconigi, sia quello dell’area pedonale di via di Nanni, considerati vivi, colorati e “a buon mercato”. Gli
    intervistati sottolineano anche l’importante presenza di ATTIVITÀ RISTORATIVE, tra cui spiccano le
    pizzerie e diverse cucine etniche, mentre mancano luoghi per le attività serali per i più giovani;
  • Le AREE VERDI risultano molto limitate rispetto al fabbisogno: il principale luogo di aggregazione del
    quartiere è costituito dal giardino di via Spalato/via Braccini che viene usato durante tutto l’arco della
    giornata dai proprietari di cani, dalle famiglie con bambini, dagli sportivi (soprattutto l’area basket), i
    giovani che si incontrano, la comunità sudamericana. Proprio per l’alta concentrazione di fruitori e le
    ridotte dimensioni è uno “spazio di interazione forte” caratterizzato in parte da tensioni legate a incuria,
    sporcizia e comportamenti “incivili”;
  • La dotazione dei SERVIZI del quartiere è considerata buona: è ben fornito di attività commerciali (negozi,
    supermercati, mercati), ristorative, culturali (il cinema Eliseo, le Fondazioni di arte contemporanea, alcuni
    piccoli teatri), i mezzi di trasporto;
  • Il quartiere è storicamente popolato da IMMIGRATI. Borgo San Paolo ospitava diverse fabbriche e qui
    vivevano molti operai provenienti da diverse parti d’Italia. In gran parte abbattute, di alcune fabbriche
    rimangono oggi gli involucri rifunzionalizzati e diverse persone intervistate hanno indicato nel
    “GRATTACIELO” DELLA LANCIA la memoria industriale dell’area. Oggi nel quartiere vivono molti persone
    di origine straniera e in particolare si evidenzia la comunità proveniente dal sudamerica. A molti degli
    intervistati la natura popolare e multietnica del Borgo piace, si rileva tuttavia qualche problema di
    convivenza;
  • Oltre agli abitanti che vivono stabilmente nel quartiere, si rileva inoltre una popolazione fluttuante,
    costituita in gran parte dagli STUDENTI FUORI SEDE DEL POLITECNICO: la vicinanza del Politecnico e il
    costo della vita, più basso rispetto a Crocetta e al Centro, ha spinto molti studenti a cercare casa in
    questo quartiere. Borgo San Paolo non offre però ancora abbastanza attività per la vita di questi nuovi
    abitanti: diversi tra i giovani intervistati si lamenta del fatto che a parte le attività sportive, nel quartiere
    non si possa fare molto altro.

Tra le principali criticità emerse vi sono:

  • Il PARCHEGGIO SELVAGGIO: nel quartiere molti si lamentano del fatto che il numero di parcheggi sia
    insufficiente rispetto al numero di automobili e per lo scarso rispetto delle regole. È piuttosto frequente
    imbattersi in auto in doppia fila e auto su aree destinate ai pedoni (si evidenzia che l’area “pedonale” di
    via di Nanni sia spesso invasa dalle auto).
  • La SPORCIZIA, in parte dovuta alla scarsa attenzione da parte di chi vive (in particolare si rileva che i
    proprietari dei cani non puliscono gli spazi pubblici dagli escrementi dei propri animali) e lavora nel
    quartiere e in parte dovuta alla presenza del mercato di via di Nanni (diversi abitanti lamentano il cattivo
    odore che rimane nell’area a fine giornata).
  • L’apertura di diversi CENTRI SCOMMESSE ha inciso in modo negativo sulla percezione della qualità della
    vita del quartiere da parte di chi lo abita. Il problema è particolarmente sentito per quanto riguarda l’area
    pedonale di via di Nanni: diversi intervistati se ne lamentano poichè evidenziano che la loro apertura ha
    peggiorato il quartiere poichè catalizzatori di disagio.

 

Voto medio[1]: 7,1

[1] Media calcolata dalla domanda n. 9 del questionario : “Consiglieresti a un tuo amico/familiare di venire a vivere nel tuo quartiere?” (con possibilità di indicare un voto da 1 a 10)

LINK UTILI

MOBILITÀ (STRADE PEDONALI)
Report sui benefici economici di strade sostenibili (il caso di New York City):

Economic benefits of sustainable streets

Measuring the Street: New Metrics for 21st Century Streets

 

GIOCO D’AZZARDO E LUDOPATIA

<I numeri dell’azzardo in Italia – 2015

<giovani e azzardo

 

REGIONE PIEMONTE

disegno di legge per il contrasto al gioco d’azzardo patologico

Legge regionale contro la ludopatia

Legge regionale contro la ludopatia

 

MERCATO

Il sito del Comune di Torino dedicato ai mercati della città

 

ANTI SOCIAL BEHAVIOUR

Deiezioni canine

Commenti